Digital Manager

Il documento che ti condivido oggi contiene la presentazione completa del mio intervento a #CCome16 su Social Media Core Model, dal titolo "Is Collaboration The King?". Nel post precedente ti ho spiegato quando un social media di brand diventa core e illustrato nel dettaglio come compilare  il template generale del modello.
Core è una parola inglese che, a seconda del contesto in cui la si usa, può significare cose diverse. Principale, fondamentale, profondo, se usata come aggettivo. Ma anche nucleo, nocciolo, essenza, come qualcosa da "figurarsi". Core si traduce anche cuore. Nell'accezione de "il cuore delle cose", "il cuore del problema", "andare dritti al cuore".
Il concetto di resilienza nel corso della mia vita, personale e professionale, sta assumendo un' importanza centrale, e sfumature esperienziali sempre nuove. Le definizioni che incontriamo in letteratura di resilienza (dal latino resilire, ‘saltare indietro, ritornare in fretta, di colpo, rimbalzare, ripercuotersi’, ma anche, traslato ‘ritirarsi, restringersi, contrarsi’) sono tante, e spaziano in diversi ambiti. Ve ne ripropongo alcune:
Cari giovani universitari, oggi voglio raccontarvi una storia. Mi chiamo Futura Pagano, e di mestiere faccio la Digital Strategist. E qualche anno fa -non vi dico quanti, che non sta bene- sono stata una studentessa universitaria anch'io. Sono sempre stata innamorata dello studio, e ho compiuto le mie scelte universitarie cercando di seguire il mio interesse verso le materie che più mi ispiravano e che mi interessava approfondire.
Eccoti una piccola guida critica ad Asana, il mio digital tool per il project management preferito. Perché ho abbandonato Trello e Basecamp per scegliere Asana? Lo considero il tool più completo, che mi permette una visione più olistica: su me stessa, il mio team, i miei progetti e l'andamento del lavoro.